Altri 41 sospettati di crimini di guerra devono essere processati, afferma il procuratore generale ucraino

1 min letto

Le forze dell'ordine in Ucraina stanno indagando su 41 militari russi sospettati di aver commesso crimini di guerra nel Paese, riferisce l'agenzia di stampa Interfax-Ucraina.

Il procuratore generale Iryna Venediktova ha affermato che i sospetti sarebbero stati indagati per una serie di crimini, dal bombardamento di infrastrutture civili, all'uccisione di civili, allo stupro e al furto.

I sospetti risponderanno davanti a un tribunale ucraino, ha aggiunto.

Oggi, un soldato russo accusato di aver ucciso un civile disarmato di 62 anni è apparso in tribunale a Kiev. Vadim Shishimarin, 21 anni, è stato portato in tribunale per un'udienza preliminare. Rischia l'ergastolo con l'accusa di crimini di guerra e omicidio premeditato.

Durante un discorso televisivo venerdì sera, Venediktova ha detto che le udienze preliminari sugli altri due sospetti si terranno la prossima settimana.21Media