Il numero di medagliati mondiali del Kosovo negli sport olimpici è in aumento

1 min letto

La medaglia di bronzo di Donjeta Sadiku al Campionato mondiale di boxe femminile è stata storica per la boxe kosovara, ma non per il nostro sport. La pugile kosovara è salita sul podio nella categoria fino a 60 chilogrammi, nel qual caso è entrata tra le atlete con medaglie mondiali senior.

La sua medaglia ha portato a otto il numero delle nostre atlete che sono salite sul podio mondiale, ha comunicato oggi il Comitato Olimpico del Kosovo.

La maggior parte di loro proviene dal judo, guidato da Majlinda Kelmendi. Il campione olimpico di Rio 2016, ha ottenuto due medaglie d'oro mondiali nel 2013 e 2014, oltre a un bronzo nel 2019.

Anche altre judoka, campionessa olimpica, Distria Krasniqi e Loriana Kuka, hanno medaglia di bronzo dal 2019, mentre Nora Gjakova ha vinto la stessa medaglia l'anno scorso, circa un mese prima di diventare campionessa olimpica a Tokyo 2020.

Tra gli altri sport, la medaglia mondiale è anche il giocatore di karate Herolind Nishevci. Sebbene il karate non sia uno sport olimpico, ha vinto la medaglia di bronzo nell'ottobre 2016, quando il karate era nel programma dei Giochi Olimpici per "Tokyo 2020". Nishevci rimane l'unico atleta della competizione maschile, con medaglie mondiali negli sport olimpici.

Il Kosovo conta altre medaglie mondiali, ma non da sport olimpici, come bodybuilding, sport universitari, e-sport, ecc.