Vengono donati 270 frigoriferi per la donazione dei vaccini

3 min letto

Oggi, il direttore della missione USAID Zeinah Salahi si è unito al viceministro della salute Dafina Gexha-Bunjaku e al rappresentante dell'UNICEF in Kosovo Nona Zicherman per celebrare la consegna delle attrezzature essenziali della catena del freddo per garantire uno stoccaggio adeguato e un trasporto sicuro dei vaccini.

L'accettazione e la consegna odierna di questi dispositivi segna la prima fase della sostituzione dell'intera catena del vaccino freddo in Kosovo.

Questo sforzo sostenuto dall'USAID aumenterà la capacità di stoccaggio del vaccino a tutti i livelli, dal deposito centrale dei vaccini presso l'Istituto nazionale di salute pubblica (NIPH) ai suoi centri di medicina di famiglia (MFMC), tutti i 38 comuni del Kosovo.

"Oggi stiamo distribuendo attrezzature che sono una componente essenziale per la ricezione sicura dei vaccini COVID-19 da parte di tutte le persone nel Paese che ne hanno bisogno. In effetti, questi dispositivi donati non solo aiuteranno il programma di immunizzazione COVID-19, ma qualsiasi programma di immunizzazione in Kosovo che necessita di conservazione a freddo dei vaccini, in particolare le vaccinazioni di routine dei bambini, un servizio sanitario essenziale pubblico ", ha affermato il direttore della missione USAID Zeinah Salahi .

Le risorse fornite per il Ministero della Salute includono cinque nuove celle frigorifere per il magazzino centrale dei vaccini presso l'Istituto nazionale di sanità pubblica e 270 frigoriferi e congelatori. L'attrezzatura in questione garantirà che tutti i vaccini possano essere mantenuti alla giusta temperatura.

Inoltre, i finanziamenti USAID sosterranno la formazione del personale del Ministero della Salute sull'uso e la manutenzione delle apparecchiature della catena del freddo e lo sviluppo di un sistema digitalizzato per un migliore monitoraggio e gestione delle scorte di vaccini.

Dall'inizio del COVID-19 in Kosovo, gli Stati Uniti hanno assistito il Kosovo nella lotta al COVID-19 e nella mitigazione dei suoi effetti su tutte le comunità del paese, comprese le più emarginate.

Ad agosto 2021, gli Stati Uniti hanno donato oltre 1 milione di dosi di vaccini Pfizer sicuri ed efficaci contro COVID-19 al popolo del Kosovo. L'USAID in collaborazione con il governo del Kosovo, l'UNICEF e altri attori chiave ha lavorato con il personale e le comunità in prima linea per rallentare la diffusione, fornire assistenza alle persone colpite e dotare il Kosovo degli strumenti necessari per combattere il COVID-19. .

L'USAID, attraverso l'UNICEF, continua anche a sostenere gli sforzi di comunicazione e sensibilizzazione del pubblico in corso in Kosovo per incoraggiare la prevenzione e la vaccinazione contro il COVID-19.

Altro supporto USAID ha incluso la distribuzione di 249 kit igienici ai centri sanitari; 7,750 kit igienici per le famiglie; 2,400 kit igienici per mamme e bambini in tutti i 38 comuni del Kosovo; e kit igienici in 660 scuole primarie e secondarie. Inoltre, gli Stati Uniti hanno inviato apparecchiature per test di laboratorio e scanner termici da distribuire agli ingressi dei valichi di frontiera in Kosovo, compreso l'aeroporto di Pristina e quattro valichi di frontiera terrestri.21Media