Kurti dice che la Serbia non è interessata a un accordo

1 min letto

Il primo ministro del Kosovo, Albin Kurti, ha affermato che la Serbia non è interessata a un accordo e che i progressi del Kosovo lo stanno ostacolando. Kurti ha fatto questi commenti dopo non essere riuscito a raggiungere un accordo finale sul rilascio delle targhe venerdì a Bruxelles.

"Non ho seguito da vicino l'ultimo processo di colloqui sulle targhe, ma credo che il mediatore Lajçak spiegherà da che parte non è stato costruttivo. Non ho dilemmi per me stesso. "So che il nostro capo negoziatore, Besnik Bislimi, è stato sia costruttivo che creativo, ma chiaramente a Belgrado non interessa avere un accordo", ha detto il primo ministro alla televisione pubblica.

"Nel frattempo, non vogliamo mai mettere in discussione il principio di reciprocità. Spetta al mediatore spiegare perché non è stato raggiunto l'accordo, che era abbastanza vicino e per il quale Lajçak è molto impegnato", ha aggiunto Kurti, in visita negli Stati Uniti.

Il Primo Ministro ha sottolineato che la Serbia ha già intensificato la sua aggressione nei confronti del Kosovo, perché secondo lui sta ostacolando il progresso del Kosovo.

Ricordiamo che dopo gli incontri odierni tra i capi negoziatori del Kosovo e della Serbia a Bruxelles, non è stato raggiunto alcun accordo sulle targhe.21Media