La Germania sostiene la candidatura del Kosovo al Consiglio d'Europa

3 min letto

Il Ministro degli Affari Esteri e della Diaspora, Donika Gërvalla, ha ricevuto oggi l'inviato speciale per i Balcani occidentali, Manuel Sarrazi. Quest'ultimo ha affermato che la Germania sostiene la domanda del Kosovo al Consiglio d'Europa ed è favorevole alla liberalizzazione dei visti per il Paese.

L'inviato speciale per i Balcani occidentali ha affermato che il governo tedesco, prima della guerra o del prolungamento della guerra della grande occupazione russa dell'Ucraina, ha deciso che i Balcani occidentali dovrebbero essere una delle principali priorità della loro politica estera ed europea comune.

"È abbastanza chiaro per il governo tedesco che abbiamo bisogno che la Germania sia chiara e per facilitare l'adesione all'UE dei sei paesi, e questo è in effetti il ​​mio mandato, per facilitare il processo di adesione all'Unione europea e per promuovere l'agenda. "Verde", disse.

Sarrazin ha anche parlato della liberalizzazione dei visti per il Kosovo, che secondo lui è una necessità urgente.

"Sappiamo che in questa regione abbiamo una situazione molto difficile per quanto riguarda le decisioni strategiche. Stiamo affrontando la questione della Macedonia del Nord - Bulgaria. Abbiamo davvero bisogno di un urgente bisogno di liberalizzazione dei visti per il Kosovo. Quindi è chiaro che se la liberalizzazione dei visti viene inserita in un elenco di argomenti nelle commissioni europee cruciali, allora voteremo a favore e puoi fidarti di questo. Questo è quello che possiamo fare, il voto tedesco è favorevole. Abbiamo anche parlato con i nostri partner che riteniamo abbiano soddisfatto tutti i criteri. "Seguiamo la posizione della commissione e cerchiamo di essere convincenti nelle nostre argomentazioni sul motivo per cui è giusto e necessario farlo", ha affermato.

Mentre ha anche accolto con favore la candidatura del Kosovo al Consiglio d'Europa.

"L'istanza è stata presentata ieri da Donika a Strasburgo. La Germania riconosce il Kosovo come uno stato indipendente, quindi, ovviamente, vogliamo davvero che il Kosovo diventi un membro di tutte le istituzioni possibili. E siamo favorevoli a questa applicazione, la sosterremo con le nostre capacità. "Inoltre, faremo tutto il possibile per essere utili in questo processo e lo coordineremo con voi", ha detto.

Mentre il ministro Gërvalla dopo l'incontro ha affermato di aver parlato di molti argomenti legati alla Germania e al Kosovo, alla regione e alla situazione geopolitica nel mondo.

"Siamo molto grati per il sostegno continuo e straordinario a tutti i governi che hanno dato al Kosovo, siamo lieti che il nuovo governo, il nuovo cancelliere nel primo incontro con il primo ministro Kurti, abbia affermato che la posizione tedesca sarà ancora più attiva di negli ultimi mesi sulle sfide regionali nei Balcani occidentali. "Il processo di Berlino è un processo molto importante di integrazione regionale, così come il mercato regionale, quindi sono particolarmente lieto di sentire ancora una volta che la Germania sarà molto, sottolineerò ancora di più il suo impegno in questi processi", ha affermato Gërvalla.