"La loro gioia dietro le 'sbarre' trafigge come un coltello la coscienza di questa società"

1 min letto

Il noto attore Shkumbin Istrefi ha reagito al caso al Primer Festival di Peja, dove i bambini delle comunità sono stati esclusi.

Istrefi attraverso un post sui social lo ha paragonato a stare dietro le sbarre mentre si vedono in piedi dietro le reti del salone dove si teneva il "Primer Feast".

"Questo è un grande peccato per la nostra società. La responsabilità va ricercata. Razzismo puro.
Nonostante le numerose reazioni, questi bambini ricorderanno per tutta la vita di essere stati dietro una rete che associa la nostra società alla comunità RAE. "La loro gioia dietro le sbarre "trapassa come un coltello la coscienza di questa società", ha scritto Istrefi./21Media