Perché venerdì 13 è considerato sfortunato?

3 min letto

Superstizioni sul numero 13, consideralo un numero sfortunato. Infatti, per essere più precisi, come mostra un articolo del National Geographic, in alcune culture anglosassoni il venerdì 13 è visto come un giorno sfortunato.

L'origine di questa credenza risale alla nascita del cristianesimo ed è legata a vari eventi storici che si sono succeduti nel mondo. Uno degli episodi storici più importanti legati a questa superstizione è la crocifissione di Cristo, essendo Giuda, che lo tradì, il 13° discepolo.

Inoltre, secondo le scritture bibliche, Gesù fu crocifisso un giorno dopo l'Ultima Cena, cioè il venerdì, data commemorata durante la Settimana Santa, riporta il portale rtv21.tv.

Sebbene non ci sia un fatto storico specifico che segni l'evento come qualcosa di accurato o meno, venerdì 13 continua a essere visto come un giorno negativo che deve essere irrimediabilmente preservato.

In un riassunto storico delle origini di questa superstizione, il National Geographic ha trovato ed elencato altri eventi accaduti venerdì 13 e alimentato questa credenza popolare.
Secondo l'articolo condiviso, era venerdì 13 del 1307 quando avvenne la caduta dei Templari, un ordine militare e religioso costituito in

Terra Santa. In questa data furono arrestati e presentati davanti al tribunale dell'Inquisizione per essere processati dal re Filippo IV, questo per le loro presunte azioni contro il cristianesimo, quindi alcuni furono trattenuti e altri furono uccisi.

"Il naufragio della Costa Concordia nel 2012 all'isola del Giglio in Italia è avvenuto venerdì 13, con un bilancio di due dispersi, 32 morti e circa 4,000mila sfollati", ha aggiunto.

Altre coincidenze sono apparse nel conteggio storico, dove il numero 13 e il giorno prima del fine settimana sono ricordati per un tragico evento. Ed è stato esattamente venerdì, 13 novembre 2015, che la Francia ha compiuto uno dei primi attentati terroristici avvenuti a Parigi.
Secondo uno studio del Medical Journal, citato dal National Geographic, questa superstizione è stata persino presa in considerazione dai ricercatori medici. Come risultato di questo lavoro, è emerso che tra il 1989 e il 1992, in una regione britannica, gli incidenti stradali sono aumentati del 52% venerdì 13.

Indubbiamente, la narrativa è stata responsabile di rafforzare questa convinzione e di circondare questa data con più elementi che instillano il terrore. In questo senso è da segnalare la saga di 'Venerdì 13', pubblicata nel 1980 con il protagonista Jason Voorhess. Una serie di film che hanno rafforzato la superstizione di questa data e non solo per gli appassionati di cinema.

In ogni caso, che sia vero o no, in alcune culture, come l'Ecuador, ci sono delle raccomandazioni per quella data, che vanno oltre il "bussare alla porta". Secondo Calendarr è meglio evitare di pulire o usare la scopa in quel giorno, inoltre è sconsigliato rimanere o andare nel sottoscala, tanto meno non è considerato il giorno giusto per iniziare un grande progetto.21Media