Scholz chiede un cambiamento nelle regole di voto dell'UE

2 min letto

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha dichiarato stasera che farà ogni sforzo per concedere lo status di candidati all'Ucraina e alla Moldova, che l'UE dovrebbe essere aperta ad altri paesi, ma anche sostenere le riforme per quanto riguarda le regole di voto.

Scholz ha chiesto all'Ue di approvare le decisioni di politica estera a maggioranza qualificata (ovvero l'abolizione del potere di veto dei singoli paesi), ma difficilmente otterrà il sostegno della Francia e di alcuni altri paesi.portali Politico.

Parlando con i membri del Bundestag prima del vertice del Consiglio europeo in programma giovedì e venerdì a Bruxelles, Scholz ha affermato che sosterrà fermamente l'ottenimento dello status di candidati all'UE da parte di Ucraina e Moldova e ha osservato che tale impegno comporta alcuni obblighi.

"Farò ogni sforzo in seno al Consiglio europeo per garantire che l'intera UE accetti all'unanimità le candidature di Ucraina e Moldova all'adesione". ha detto il cancelliere tedesco, aggiungendo che "L'UE deve anche essere in grado di accettare nuovi membri".

Scholz ha ribadito il suo impegno per le riforme dell'UE, soprattutto per modificare le regole di voto per evitare che i singoli paesi blocchino le decisioni della maggioranza, sottolineando soprattutto la politica estera come un ambito in cui tale cambiamento è necessario.

Diversi paesi dell'UE, tra cui la Francia, si sono già opposti all'abolizione del veto in settori chiave come la politica estera.