I Paesi Bassi hanno cambiato lo stato d'animo per la liberalizzazione dei visti per il Kosovo

1 min letto

La deputata olandese Kati Piri ha affermato che l'umore del suo paese riguardo all'integrazione europea dei paesi dei Balcani occidentali è cambiato.

I Paesi Bassi, insieme alla Francia, sono stati i maggiori scettici sulla liberalizzazione dei visti per il Kosovo.

La reazione del membro del Consiglio europeo per le relazioni estere sottolinea che questo cambiamento arriva dopo anni di blocco all'ulteriore allargamento dell'Unione europea e alla liberalizzazione dei visti per il Kosovo, sembra che la posizione olandese stia cambiando.

"Dopo anni di veto olandese sull'allargamento dell'UE, l'umore sta cambiando nel parlamento di questo Paese.

- sostenere la candidatura dell'UE di Ucraina e Moldova;

- impegnato a candidarsi per la Georgia una volta soddisfatte le condizioni;

- pronto a rivedere la liberalizzazione dei visti per il Kosovo;

"Sostegno all'avvio dei negoziati con l'Albania e la Macedonia del Nord", ha scritto./21Media