La presidenza reagisce a Isa Mustafa: Stiamo raccogliendo i frutti della vostra politica incompetente

2 min letto

L'ex primo ministro del Kosovo, Isa Mustafa, ha reagito dopo il vertice dell'Unione europea con i Balcani occidentali che si è tenuto oggi a Bruxelles. Ha detto in un post su Facebook che il presidente francese Emmanuel Macron non è l'unico a bloccare il processo di liberalizzazione, come secondo lui anche il presidente, Vjosa Osmani, è un bloccante.

Ha accusato Osmani, Kurti, Shpejtim Bulliq e i "loro incendiari" di ostacolare la ratifica come condizione per la liberalizzazione nel 2015 e nel 2016, "inventando falsità".

Il consulente per i media nell'Ufficio del Presidente, Bekim Kupina, ha reagito a questo. Attraverso un post sul suo account Facebook, gli ha ricordato il momento in cui avevano prematuramente auspicato la liberalizzazione dei visti e ha affermato che il presidente Osmani non ha suscitato false speranze.

«Oggi siamo qui, senza suscitare false speranze, senza scuse per criteri aggiuntivi o simili formulazioni.
Come avete sentito/letto, il Presidente Osmani, come mai prima nella storia politica del Kosovo, ha affermato in modo chiaro ed enfatico: Abbiamo sentito molte dichiarazioni di sostegno al Kosovo. Primo, per la sua prospettiva europea, secondo, per la liberalizzazione dei visti e terzo, per il pieno allineamento del Kosovo con l'UE in termini di sanzioni contro la Russia. Ora dobbiamo passare dalle parole ai fatti. Servono passi concreti oltre alle semplici affermazioni. "Bisogna prendere la decisione sulla liberalizzazione dei visti".
Signor Mustafa, le ultime tre righe di questa frase, avresti dovuto dirlo nel 2016, ma non ne hai avuto il coraggio. La caparbietà nei confronti della situazione ha poi prodotto la situazione di oggi, in cui continuiamo ad essere isolati.
Signor Mustafa, nelle dichiarazioni del presidente Osmani non c'erano false speranze, ma aspettative realistiche. "Hai fatto il servizio, oggi raccogliamo i frutti della tua politica incompetente", ha scritto.

Infine, ha scritto che per Mustafa è ancora valida la liberalizzazione del 2014, aggiungendo che spera di aver cambiato calendario.21Media