Stomaco o cuore vuoto, come fai a sapere quando sei emotivamente affamato?

2 min letto

La difficoltà nell'identificare o percepire le emozioni può innescare attacchi di eccesso di cibo. I sintomi della fame fisica e della fame emotiva sono diversi l'uno dall'altro.

Speciale Psicologia Clinica dalla Turchia, Merve Umay Candaş Demir afferma che quando le persone hanno difficoltà ad esprimere i propri sentimenti, evitano la situazione spiacevole che vivono attraverso il cibo. Demir sottolinea che i ritardi di 30 minuti e lo sviluppo di strategie per far fronte allo stress possono essere utili.

Secondo lei, il mangiare emotivo è considerato un supporto psicologico per far fronte alle emozioni negative, riporta rtv21.tv

"Gli individui vivono intensamente le proprie emozioni, hanno difficoltà a determinare il vero significato delle proprie emozioni e pensano di non poter far fronte a questo stato emotivo. Ad esempio, mentre la frase "Mi sento male" è un'espressione più generale, la frase "Mi sento ansioso e imbarazzato" esprime le emozioni in modo più dettagliato. "Se le persone hanno difficoltà ad esprimere i propri sentimenti, mostrano comportamenti evitanti distraendosi dalla situazione scomoda e mangiando fuori controllo", ha detto.

Demir ha aggiunto che i sintomi della fame fisica e della fame emotiva sono diversi l'uno dall'altro.

"Nel caso di fame fisica, 3-4 ore dopo l'ultimo pasto che consumiamo, compare un segno nello stomaco e la glicemia può scendere. L'individuo raggiunge la sazietà mentre mangia. Il comportamento per alleviare la fame è diverso da un individuo con comportamenti alimentari emotivi. Ad esempio, un individuo può essere stufo di determinati tipi di frutta, verdura e altri alimenti. Nella fame emotiva, invece, c'è una situazione che si sviluppa impulsivamente. La fame emotiva inizia improvvisamente e non mostra sintomi fisici. L'individuo mangia quello che trova e preferisce cibi ad alto valore energetico. Quando guardiamo alla fame fisica, la persona si sente sazi e smette di mangiare. Prova anche sollievo mentre mangia. Tuttavia, nella fame emotiva, la persona continua a mangiare nonostante si senta sazi e potrebbe provare senso di colpa, rimpianto e vergogna dopo aver mangiato. lei disse.

Demir ha detto che ogni persona dovrebbe chiedersi 'Ho davvero fame adesso, cosa ho mangiato ultimamente, posso mangiare quello che voglio?'21Media